Home Appuntamenti A Lodi un annullo commemorativo per il 150°

A Lodi un annullo commemorativo per il 150°

83
0
Broletto

Il Circolo Filatelico Numismatico Lodigiano in occasione della giornata di Festa nazionale del 17 marzo 2011 per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il Circolo Filatelico Numismatico Lodigiano, con il patrocinio del Comune, della Provincia e della Prefettura di Lodi, organizzerà presso i portici di Piazza Broletto a Lodi (c/o Piazza Vittoria, Municipio), un “punto” filatelico dove si potrà trovare la cartolina con relativo annullo commemorativo a targhetta predisposti per l’occasione.

Il Circolo Filatelico Numismatico Lodigiano sarà presente giovedì 17 marzo 2011 dalle ore 9.00 alle ore 19.00 con i suoi volontari. Per l’occasione il Circolo predisporrà anche alcuni pannelli, con la partecipazione di Silvano Bescapè con materiale dedicato al 150° anniv. Unità d’Italia. La cartolina commemorativa rappresenta la facciata del Palazzo Carignano di Torino (sede del Primo Parlamento). Tale scelta deriva dalla consapevolezza che proprio questo glorioso palazzo fu teatro dell’evento più significativo dell’Unificazione d’Italia. Se il più importante atto del processo di unificazione era stato compiuto da Garibaldi con la spedizione dei Mille, che aveva conquistato il regno borbonico col sostegno prima diplomatico e poi militare di Vittorio Emanuele II e di Cavour; tale impresa costituiva però soltanto una tappa, il cui completamento si concretizza con il rinnovamento del Parlamento, con sede a Palazzo Carignano (Torino), ad opera di Cavour. La prima seduta, che comprendeva deputati di tutte le regioni annesse (tramite plebiscito), avvenne il 18 febbraio 1861. Poi, il 17 marzo 1861, dove Sua Maestà Vittorio Emanuele II assumeva il titolo di Re d’Italia per se e per i suoi successori. “Per la Volontà di Dio e della Patria”. W il Regno d’Italia!!

Il disegno presentato sul fronte della cartolina è stato realizzato dalla maestra d’arte Tamara Majocchi. L’idea dei bozzetti di massima e dell’annullo a targhetta è del socio Pietro Consolandi.